I ROSSAZZURRI BEFFATI AL 92' SU RIGORE UN PARI CHE NON SERVE A NESSUNO

I rossazzurri dopo derby contro la Sicula Leonzio vinto al Massimino,rimangono in terza posizione in classifica con tre punti di vantaggio sul Catanzaro che perde a Siracusa per 1-0. Il Catania ha giocato una partita ben orchestrata chiudendo il primo tempo sul uno a zero gol del catanese puro sangue Rosario Bucolo che all'ottavo metteva dentro un gol da favola. Piccola reazzione della squadra della Cavese ma il portierone etneo  sicurisimo a guardia della sua porta chide imbattuto la prima parte della partita. Nei secodi quarantacinque minuti il Catania si porta sul due a zero con il primo gol di Vincenzo Sarno al cinquantesimo, Gli Aquilotti di casa Al 70' accorciano le distanze con un gol di Andrea Magrassi, che il guardialine forse in ritardo non vede che il calciatore della Cavese fosse in fuori gioco, poi  un pò sostituzioni  e al 92' la beffa l'arbitro vede un fallo in aria di Bucolo che quasi il novanta percento degli arbitri di queste categorie non danno, forse al Catania qualche fischietto a chiuso gli occhi su falli in area ancora più vistosi di quello odierno. ma come diceva un allenatore quando l'arbitro fishia è rigore, ma speriamo che nei play off ci siano fischietti un po più preparati, adesso aspettiamo l'ultima di campionato in Casa contro il Rieti e speriamo di giocarci il mini torneo dalla terza  posizione. Ancora un appello ai tifosi non lasciate sola la squadra perchè ha di bisogno anche del vostro sostegno. E chiudiamo con un solo grido FORZA CATANIAAAAA